Condividi!

Le app esistenti ad oggi sul mercato sono molteplici, ma poche sono quelle che vi permettono di gestire al meglio i vostri soldi; vediamole insieme!


Indice dei contenuti:

  1. MOBILE MARKETING
  2. MIGLIORI APP PER GESTIRE I PROPRI RISPARMI
  3. CONCLUSIONE

1) Mobile Marketing


È ormai chiaro a tutti come Internet abbia di fatto stravolto la nostra vita quotidiana da alcuni anni. Basti pensare che, secondo il Global Digital Report 2019, sono circa 6 ore e 42 i minuti che in media ogni cittadino del mondo trascorre navigando sul web ogni giorno. Un numero straordinario se si pensa che 8 delle 24 ore del giorno le trascorriamo dormendo. Il nostro paese, si posiziona 22esimo nella classifica globale, dietro Hong Kong con circa 6 ore e 4 minuti di tempo medio trascorso in rete. Tutto ciò per comprendere quanto ognuno di noi sia di fatto influenzato da internet e dai suoi contenuti digitali in maniera a volte anche inconsapevole.

web

Con l’avvento degli smartphone, il vasto mondo del web è diventato ancora più accessibile e facile da utilizzare per tutti, infatti l’80% del tempo complessivo impiegato per la fruizione di internet è ormai generato da mobile. Ed è proprio per i motivi sopra elencati che numerosi imprenditori in tutto il mondo investono ormai da anni milioni di euro per lo sviluppo di piattaforme ed app online. Il web risulta essere la via più semplice per rimanere continuamente in contatto con i (potenziali) clienti.

Tuttavia, secondo uno studio svolto dalla E-BC, oltre l’80% delle app scaricate dagli utenti non vengono poi riutilizzate una seconda volta, in quanto non apportano un reale valore aggiunto per il cliente. Dunque, è necessario che l’utente ritenga quell’applicazione utile/indispensabile per avere successo!
Un trend che negli ultimi anni ha portato notevoli risultati, in termini di creazione di valore per il cliente, è stato senza alcun dubbio quello di sviluppare app che permettano al suo utilizzatore di gestire il proprio denaro in maniera semplice ed efficace tutto direttamente da smartphone. In questo modo, molti utenti riescono a risparmiare somme di denaro al meglio e riescono inoltre a tenere sotto controllo il proprio flusso di cassa in entrata ed in uscita.

2) Migliori App per gestire i propri risparmi


Sembra strano dirlo, ma oramai il nostro smartphone ci permette di fare qualsiasi cosa, persino risparmiare dei soldi e gestire al meglio il denaro; lo avreste mai creduto possibile fino a qualche anno fa?

Vediamo, dunque, le 3 migliori App gratuite per gestire i propri risparmi:

  1. MONEON: questa applicazione gratuita è ottima per la contabilizzazione dei costi giornalieri, gestione di un budget personale e dei debiti accumulati. Tramite questa app è possibile analizzare e monitorare la propria situazione patrimoniale e di conseguenza andare a ridurre quei costi superflui che logorano i nostri risparmi di giorno in giorno. Le principali funzionalità di questo utile strumento digitale sono:  
    • Registrare facilmente e rapidamente ogni acquisto e suddividere le spese in categorie (es. abbigliamento, trasporti, cibo, ecc.);
    • Creare wallet illimitati per le spese personali, familiari e di lavoro in modo da gestire in portafogli separati le varie segmentazioni finanziarie;
    • Creare in modo totalmente libero varie tipologie di categorie/sottocategorie di costi/ricavi;
    • Memorizzare foto relative alle tue bollette e ricevute da pagare;
    • Esporta i dati in csv;
    • Annotare i debiti, pianificare i pagamenti e ricordare sempre i termini di pagamento;
    • Creare grafici e report per riassumere la sua posizione finanziaria.
  1. YNAB: questa applicazione risulta essere la più specializzata ed indicata per colore i quali sono interessati alla creazione di un budget personale o familiare di tutto rispetto, infatti con questa app si ha la possibilità di monitorare e registrare tutte le spese correnti di un’utente. In media, i nuovi utenti risparmiano $ 600 nei primi due mesi e più di $ 6.000 nel primo anno. Le principali funzionalità di questo utile strumento digitale sono:  
    • Sincronizzare facilmente tutti i tuoi conti correnti in un’unica piattaforma in grado di registrare tutte le transazioni svolte durante la giornata, in modo tale da avere sempre sotto controllo la tua reale situazione patrimoniale corrente;
    • Creare delle categorie di costi/ricavi ed applicare a ciascuna categoria un budget massimo;
    • Stabilire degli obiettivi e vedere immediatamente quando sarai in grado di raggiungerli tramite grafici e previsioni di lungo periodo.

      coins

  1. SPENDEE: questa applicazione è una delle più scaricate in assoluto su Play Store, proprio grazie alla sua semplicità di utilizzo e alla buona user experience. Spendee è l’app più adatta a colore i quali hanno la necessità di monitorare le spese condivise (tra parenti, amici, colleghi ecc.) ed avere costantemente presente la situazione finanziaria a portata di click. Le principali funzionalità di questo utile strumento digitale sono:
    • Collegare il tuo conto bancario alla piattaforma digitale di Spendee;
    • Possibilità di modificare a proprio piacimento le varie categorie di spesa così da renderle il più veritiere possibile;
    • Sincronizzazione dei dati in tempo reale;
    • crea portafogli differenti per scopi differenti (carte di credito, conti bancari, contanti, vacanze, finanze familiari, ecc.);
    • Creare portafogli condivisi e avere la possibilità di darvi accesso ai membri della tua famiglia, amici, colleghi di lavoro ed altri per tracciare ancora meglio le tue finanze;
    • Impostare delle notifiche smart per monitorare il tuo flusso di cassa sia in entrate che in uscita;
    • Creazione di infografiche per ogni categoria di spesa individuata in piattaforma;
    • Esporta dati in csv e xls.

3) Conclusioni


In conclusione, il mercato delle app per mobile è oramai del tutto esploso e offre enormi opportunità sia di carattere business sia per risparmiare in modo semplice e virtuoso qualche soldo extra. La cosa fondamentale è non farsi sfuggire le migliori app del momento e saper distinguere quelle applicazioni che effettivamente portano valore aggiunto all’utente finale da quelle che invece risultano essere delle mere campagne promozionali a basso contenuto valoriale.

pork
N.B. Per chi volesse approfondire il complesso tema della creazione del valore aggiunto, il team SuitUp vi suggerisce uno dei libri di testo più utilizzato in ambito universitario denominato: “Marketing e Creazione del Valore” del Professor G. Ferrero. Una certezza per chi ama il marketing come noi.


Dicci la tua nei commenti qui sotto e leggi l’articoloCome si guadagna con le app? Guida alla monetizzazione su SuitUpBlog 🙂

Condividi!